Rischio credito: indicazioni BCE e Intermediari 106

Nel 2021 la vigilanza bancaria della BCE ha confermato che intende porre al centro della sua azione quattro aree prioritarie impattate in modo rilevante della pandemia: gestione del rischio di credito, solidità patrimoniale, sostenibilità del modello imprenditoriale e governance.

In relazione al primo punto, l’attenzione si focalizza sull’adeguata classificazione e misurazione dei bilanci e sul grado di preparazione delle banche a governare con tempestività i debitori in difficoltà.

Lo scenario di rinnovata attenzione sul tema del credito, seppur in maniera “semplificata” rispetto ad una struttura bancaria, si riflette sui Soggetti Vigilati che, per core business, si occupano proprio di finanziamenti, cartolarizzazioni, leasing, ecc, quali gli Intermediari ex art. 106 TUB.

Per arrivare a rendere sostenibile la gestione dei crediti commerciali, permettendo il pieno controllo sui processi e favorire le attività di Risk Management, l’Intermediario è invitato ad innovare, ad abbandonare le procedure disaggregate per dotarsi di un’infrastruttura tecnologica che gli consenta una supervisione evoluta della dinamica dei crediti stessi.

Come ricorda Luca Filippone, CEO di ARTIS: “per un 106, come per una banca, non basta fare credito, bisogna fare credito in modo intelligente, comprendendo che alimentare la "cultura del dato" non significa stoccare masse di informazioni dentro qualche applicativo per tenerle in ordine, bensì rivoluzionare il modo di lavorare, garantendo molta più qualità ai processi decisionali e intervenendo definitivamente su sacche di inefficienze assai dannose nel breve e nel lungo periodo”.

Lo strumento più utile, da questo punto di vista, può davvero essere quello studiato per mettere rapidamente in relazione elementi anagrafici, contabili e gestionali, anche in riferimento a singole fasce temporali o alla Nota Integrativa, in sinergia con workflow antiriciclaggio, e determinando, così, molto più facilmente, il profilo di rischio dei diversi Portafogli.